Posts Tagged ‘Microsoft’

Microsoft pagherà 245 euro

martedì, febbraio 1st, 2011

È ormai la terza volta dall’inizio dell’anno che ricevo la mail che dice che

“Ad ogni persona che invierà questo messaggio, Microsoft pagherà 245 euro Per ogni persona a cui avete inviato questo messaggio e che lo invierà ad altre persone, Microsoft vi pagherà 243 euro. Per la terza persona che lo riceverà, Microsoft vi pagherà 241 euro. Fra due settimane, Microsoft vi contatterà per la Conferma del vostro Indirizzo Postale e vi invierà un assegno.”

Bufalo al galoppoBasterebbe prendere una frase dal messaggio e metterla in un motore di ricerca per scoprire che si tratta di una  bufala che gira dallo scorso millennio, non sarà ora di fermarla?
Il sito di Paolo Attivissimo per queste cose è una miniera di informazioni.

Windows 7 e la scelta del browser

venerdì, agosto 7th, 2009

Heri dicebam che non sempre i migliori la spuntano.
Dopo anni di liti, ora pare (Wall Street Journal) che Microsoft abbia definito che il nuovo Windows 7 verrà proposto agli utenti con una schermata di scelta del browser (ballot screen), che permetterà di scegliere fra i navigatori più popolari. Questo almeno in Europa, per evitare nuove sanzioni.
Dunque, niente più Internet Explorer coatto, ma un ventaglio di opzioni.
Era ora. Peccato che nel frattempo Netscape ci abbia rimesso le penne.
Attualmente in Europa le statistiche di statcounter.com danno IE intorno al 50%, Firefox un po’ sotto il 40%, Opera al 7% (mah?!), Safari a 2,5% e Chrome verso il 2%.
Personalmente in questo periodo uso Safari su Mac e Chrome su PC.

Statistiche:
http://gs.statcounter.com/#browser-eu-daily-20080701-20090806-bar
http://www.w3counter.com/globalstats.php

Non praevalebunt

mercoledì, agosto 5th, 2009

Santa Alleanza fra Microsoft e Yahoo! per contrastare Google. Che ne sarà?
A parte le perplessità che dovrà fugare l’antitrust, speriamo in bene: dovesse nascere qualcosa di buono, meglio di Google, sarebbe il benvenuto.
Ipotesi peggiore, una soluzione commerciale che limita le possibilità di sviluppo di Google, niente di nuovo e buono per gli utenti, che alla fine ci perdono.
Il mondo della tecnologia è pieno di esempi di soluzioni di secondo piano che prevalgono su quelle migliori. Diceva Yeats: Ai migliori manca ogni convinzione, mentre i peggiori sono pieni di appassionata intensità.
Nell’attesa, il sito http://blindsearch.fejus.com propone una blind search parallela su Google, Yahoo! e Bing, restituendo tre liste di risultati in forma anonima, nel senso che l’utente non sa quale sia la corrispondenza delle tre colonne di risultati che gli appaiono con i tre motori ed è invitato a esaminarli e scegliere quelli che ritiene più adeguati per le sue esigenze di ricerca; una volta che l’utente ha scelto, il mistero dell’attribuzione alle tre sorgenti informative viene svelato.
Da provare.